Seleziona una pagina

Like, tag, hashtag, post, follow… Il mondo dei social network può sembrare un vero e proprio labirinto per chi non se ne intende. Conoscere i social e sapere come sfruttarli è importante, soprattutto per i liberi professionisti e le aziende. Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza.

Cosa sono e quando sono nati i social network

I social network sono siti Internet che mettono a disposizione degli utenti che decidono di iscriversi un punto d’incontro “virtuale” in cui parlare di sé, condividere momenti della propria vita (come foto e video, dove ci troviamo e cosa stiamo facendo), scambiarsi messaggi e seguire le persone che ci interessano.

L’idea è venuta più di vent’anni fa a Andrew Weinreich che, nel 1997, ha lanciato Sixdegrees.com, un sito di incontri che utilizzava la rete delle amicizie nella vita reale per far incontrare persone nuove nel mondo virtuale, senza la paura di incappare in qualche falsa identità. Il sito ebbe un tale successo che l’idea venne subito replicata da molti altri.

L’evoluzione verso l’era contemporanea dei social network è però iniziata con Ryze.com, ideato da Adrian Scott, che per la prima volta nella storia del web dedicava uno spazio virtuale a far incontrare persone con finalità “professionali”. Lo scopo, infatti, era quello mettere in contatto professionisti interessati a collaborare tra loro (una specie di LinkedIn del passato!).

Il vero e proprio precursore dei social network per come li conosciamo oggi, però, è stato Friendster.com, un sito web di incontri online che ha dato il via al concetto di “popolarità social”: più amici hai, più sei popolare. Più sei popolare, maggiore sarà la tua visibilità!

Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn

E i social network di oggi che caratteristiche hanno? Sono immediati, fluidi, veloci. Bisogna conoscerli, per sapere come sfruttarli. E bisogna conoscere il messaggio che si vuole trasmettere, per farlo con successo.

Potenzialmente, un social network può portarci ad avere un pubblico più vasto di quanto si potrebbe mai immaginare, si può raggiungere chi si vuole quando si vuole. Ma bisogna avere una forte consapevolezza di ciò che si deve comunicare.

Ogni social network ha le sue caratteristiche. Facebook è perfetto per condividere informazioni scritte e link, Twitter è il regno della comunicazione sintetica e in tempo reale, Instagram equivale a visuale ed estetica, mentre LinkedIn accoglie tutto ciò che riguarda la professionalità.

Ecco perché la strategia vincente di uno può dimostrarsi fallimentare per un altro: ognuno ha il suo messaggio, il suo obiettivo e il suo diverso spazio nella rete!

Social network e salute

La domanda che sorge spontanea a questo punto è: perché un professionista o un’azienda dovrebbero avventurarsi nel mondo dei social?

È molto semplice. I social network sono a tutti gli effetti la più grande vetrina che possiate immaginare! Basti pensare che in

Italia vengono utilizzati da 34 milioni di persone che rimangono connesse in media quasi 2 ore ogni giorno!

Ormai sempre più aziende hanno deciso di sfruttare le infinite possibilità della comunicazione sui social studiando nuove strategie che permettono loro di avere una maggiore visibilità con i migliori risultati!

Un altro motivo per scegliere i social? Rendono le aziende più “friendly”, facendole passare da un piano meramente commerciale a uno più umano, leggero e di svago, e abbattendo le barriere che si frappongono tra azienda e cliente.

Social network sì o no?

È quindi il caso che aziende e liberi professionisti usino parte del proprio tempo (e delle proprie risorse) per acquistare nuovo valore attraverso i social network? Sì, ma devono farlo con grande attenzione! Il loro utilizzo deve essere serio e consapevole. A un primo sguardo potrebbe sembrare un gioco da ragazzi, ma non lo è! Bisogna sapere come muoversi, come comunicare e a chi rivolgersi.

Questa immensa vetrina ci permette di promuovere la nostra attività di fronte a molte più persone, è vero, ma allo stesso tempo mette anche in piazza ogni “figuraccia” e minimo errore! Per questo bisogna sapere come muoversi.

E se si dovesse commettere qualche lo stesso qualche imprecisione? Prendetela con filosofia e scherzateci con un sorriso! Il mondo social apprezzerà!

Cookie Policy Privacy Policy